Confronto tra grafici dei casi confermati in funzione del tempo

In Fig. 1  sono riportati due grafici interattivi riferiti ai dati di Germania (DE), Stati Uniti  (US), Spagna (ES), Francia (FR), Regno Unito (UK), e Italia (IT). Il numero totale cumulativo dei casi confermati di contagio è rappresentato in funzione del tempo. Le caselle nella tabella di controllo contengono valori che possono essere modificati dall’utente. La colonna “Factor” consente di scalare l’asse verticale, moltiplicandolo per il valore inserito oppure di far scomparire la regione dal grafico digitando il valore 0. La colonna “Shift” permette di applicare una traslazione positiva in termini di giorni. La cella “Normalizza…” permette di cambiare tra due modalità di rappresentazione: casi totali per nazione (N) e casi per milione di abitanti.

Approfondimento: cosa ci dicono questi grafici?

Lasciando inalterati tutti valori di default (Factors = 1, Shifts = 0),) questi grafici permettono di avere un quadro generale degli andamenti nelle diverse nazioni, mettendo in evidenza significative similitudini nonché minori, ma importanti, differenze. Possiamo così affermare che l’Italia è stata la nazione che, fino alla ultima parte di Marzo, ha avuto il maggior numero di casi confermati sia in termini assoluti (a) che normalizzati (b). Successivamente, gli Stati Uniti sono diventati la nazione con il maggiore numero di casi in assoluto, mentre la Spagna lo è divenuta per quanto concerne il dato normalizzato.

Modificando i valori nella tabella, l’utente può evidenziare le notevoli similitudini nella forma delle curve, operando una traslazione e/o uno scaling dei dati fino a che esse si sovrappongano. Ciò permette di ottenere alcune stime, da considerare prudentemente, riguardo l’evoluzione dell’epidemia in alcune nazioni, sulla base di quanto accaduto in quelle interessate prima dalla diffusione. Qui sotto riportiamo alcuni nostri commenti. L’utente è tuttavia incoraggiato ad utilizzare autonomamente questo strumento per fare confronti, formulare ipotesi e predizioni e controllarle nei giorni successivi

Confronto tra casi confermati eliminando la dipendenza dal tempo

In Fig.2, l’incremento percentuale giornaliero dei casi confermati è rappresentato in funzione del numero totale di casi. Per confronto, nel grafico è incluso il caso della Corea del Sud, solitamente indicata come esempio per l’efficace della sua azione nel contenimento del COVID-19.

Approfondimento: cosa ci dicono questi grafici?

In primo luogo, osserviamo che questo è un grafico in cui non sono presenti indicazioni temporali: la variabile tempo è stata eliminata. Esso ci mostra quanto efficacemente, in termini assoluti, le diverse nazioni stanno riuscendo a contenere la diffusione dell’epidemia (azzerando il tasso di crescita giornaliero dei casi) prima di raggiungere un numero troppo elevato di casi confermati.

Per commenti o domande contattateci all’indirizzo covid19@spin.cnr.it