In Fig. 1 è mostrato un grafico interattivo dedicato ai dati relativi a Germania(DE), Stati Uniti (US), Spagna (ES), Francia (FR), Regno Unito (UK) e Italia (IT). Qui in funzione del tempo sono rappresentati il numero cumulativo dei decessi. Le celle nel pannello di controllo contengono valori che possono essere variati dell’utente. Quella nella colonna “Factor” consentono all’utente di riscalare i dati di una nazione sull’asse verticale, o di rimuovere completamente la curva di un paese digitando lo zero. Analogamente le celle nella colonna “Shift” consentono la traslazione in avanti nel tempo della curva di un paese, in termini di giorni del calendario. La cella “Normalizza…” permette di cambiare modalità sull’asse verticale, da casi totali per paese a casi per milione di abitanti

Cosa possiamo imparare da questi grafici?

Lasciando invariati i valori nella tabella (Factors = 1, Shifts = 0), il grafico permette di osservare le tendenze dell’epidemie nei vari paesi, le loro considerevoli similitudini e le loro differenze. Come per i casi confermati della sezione precedente, l’Italia è stata a lungo il paese europeo fra quelli qui considerati con il maggior numero di morti sia in termini assoluti (a) che relativi (b). A partire dei primi di Aprile, gli Stati Uniti sono diventati il paese con il maggior numero di morti in assoluto e la Spagna in termini relativi.

Agendo sulla tabella dei controlli, l’utente può sfruttare le considerevoli somiglianze nella forma per traslare e riscalare le curve dei differenti paesi, finché esse non si sovrappongono. Questo consente di fare prudenti e fenomenologiche stime dell’evoluzione dell’epidemia nei paesi che sono ad uno stadio precedente tramite il confronto con quelli che sono ad uno stadio più avanzato

In Fig. 2, la crescita giornaliera percentuale dei decessi è tracciata rispetto al numero totale di decessi. Per confronto, viene mostrato il grafico equivalente di un paese che finora contiene la diffusione e la letalità di Covid-19 in modo molto più efficiente rispetto a tutti i paesi occidentali, la Corea del Sud.

Cosa possiamo imparare da questo grafico?

Osserviamo ancora una volta che questo non è un grafico dipendente dal tempo: la variabile di tempo è stata rimossa. Esso mostra quanto efficacemente i diversi paesi riescano a fermare le loro epidemie nazionali (cioè arrivare ad una crescita percentuale giornaliera pari a zero) prima di avere un numero troppo elevato di morti.

Per commenti o domande contattateci all’indirizzo covid19@spin.cnr.it